Pienza: la città ideale

Quando Enea Silvio Piccolomini divenne papa Pio II, volle realizzare un sogno: la sua Pienza.

Pienza - dettagli 

Come nei dipinti di Piero della Francesca, il modello di una città costruita secondo geometrie razionali e perfette nascondeva la straordinaria fiducia riposta nella ragione e nell’intelletto umano. Siamo agli inizi del Rinascimento e l’uomo ritrova la chiave della civiltà nella “ragione” ovvero nella ratio, rapporto tra i numeri, nella geometria, in archetipi armonici e perfetti. Proprio come fu per i Pitagorici.

Così da piccolo borgo medioevale, noto come Corsignano, divenne Pienza, città di grandiosi palazzi rinascimentali. Il progetto originale si deve a Bernardo Gambarello detto il Rossellino.

Pienza - il duomo

Continua a leggere “Pienza: la città ideale”

Annunci