Cosa resterà di questi anni ’80…

3 agosto 2008

 

“Cosa resterà di questi anni ’80…” si chiedeva la canzone di Raf – personaggio ormai nell’oblio – e forse vale la pena chiederlo a chi ha avuto l’idea di utilizzare un Commodore 64 per puntellare il coperchio di un cassonetto! Orrore!!!

Proprio non ho resistito a immortalare – purtroppo con il cellulare – la fine ingloriosa per il compagno di mille avventure, il primo home-computer destinato a cambiare il mondo, che con solo 64 Kbyte di memoria (praticamente meno dello spazio occupato da questa foto) riusciva a tenerci incollati pomeriggi interi con centinaia di videogiochi…ah, quanti ricordi!

E visto che siamo in tema anni 80 – sul nostalgico andante – continuate pure e se quanto segue vi strapperà un sorriso, allora significa che siete uno di noi…

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Parigi: la città dei ricordi

23 dicembre 2007

Parigi: un lampione di ghisa riflesso sul selciato, bagnato dalla pioggia.
E’ tutta lì, come un sospiro, la sua anima, quella di una città che ha visto nascere e morire storie tristi o bellissime e, segretamente, le custodisce.

Parigi_01

Città dai tratti apparentemente aristocratici, il suo portamento si dipana lungo i viali sconfinati, accompagnati dal profilo regolare ed austero dei raffinati palazzi, decorati da stucchi. E i loro abbaini scuri, ci riportano ad una dimensione più popolare, fino a piccoli antri ai margini, che ospitano i clochard.


Parigi_02

Capitale del lusso e della grandeur, Parigi affascina, stupisce. Dalle boutique si sprigionano fragranze ricercate, nei grandi centri commerciali mille luci abbagliano sguardi meravigliati.
Città delle meraviglie, fagocitata dall’industria del commercio, che ne sarà delle storie dei santi bevitori? In cosa si rispecchieranno oggi, le liriche sfrontate dei poeti maledetti?
 

Leggi il seguito di questo post »