Trilussa: all’ombra

Mentre me leggo er solito giornale spaparacchiato all’ombra d’un pajaro, vedo un porco e je dico: – Addio, majale! vedo un ciuccio e je dico: – Addio, somaro! Forse ‘ste bestie nun me capiranno, ma provo armeno la soddisfazzione de poté dì le cose come stanno senza paura de finì in priggione”.

Arguto e pungente osservatore dei vizi e delle virtù dell’uomo, Carlo Alberto Salustri, meglio conosciuto come Trilussa, attraverso le sue celebri poesie ha saputo coniugare la saggezza di Esopo e lo sferzante realismo del Belli, regalandoci una satira intelligente e ironica di una borghesia romana (e italiana) sorniona e conformista.

Continua a leggere “Trilussa: all’ombra”

Annunci

Wislawa Szymborska – Vista con granello di sabbia

Wislawa S., Vista con granello di sabbia, Adelphi, 2004

Wislawa Szymborska è la più famosa poetessa polacca. Nel 1996 è stata insignita con il premio Nobel per la letteratura «per una poesia che, con ironica precisione, permette al contesto storico e biologico di venire alla luce in frammenti d’umana realtà».

Nella poesia troviamo l’ingenuità del bambino, l’ironia del buffone e la tagliente verità di chi ha il coraggio di osservare con il dovuto distacco le piccole cose umane. E così, nella sua raccolta di poesie “Vista con granello di sabbia” il curriculum vitae, prezioso pedigree lavorativo, si rivela un velo di apparenza, che poco e male racconta chi siamo veramente…

Continua a leggere “Wislawa Szymborska – Vista con granello di sabbia”