Erice

“Dalla vita sciolse la cintura, ricamata e variopinta,
dov’erano racchiusi tutti gli incanti; vi erano amore, desiderio,
dolci parole e la seduzione che rapisce la mente…”
Omero (Iliade – canto XIV)

La cintura di Venere cadde sulla terra, cingendo un colle, monte San Giuliano, che domina il tratto di costa sud-occidentale della Sicilia: così nasce Erice e la sua storia antica si perde nel mito:

“Venere, dall’alto della sua vetta, l’Erice, lo vide che ancora vagava, e stretto a sé il suo alato figliolo disse: Armi mie e mani mie, figlio, strumento della mia potenza, prendi quelle frecce con cui vinci tutti, o Cupido, e scagliane una veloce nel petto del dio a cui è toccato in sorte l’ultimo dei tre regni …”
Ovidio, Metamorfosi, libro V – 360- 368 )

 

Secondo la leggenda Enea seppellì qui suo padre Anchise, quando, dopo la disfatta, alcuni troiani si insediarono in Sicilia. Successivamente fu terra dei Fenici, Siracusani, Romani, Arabi, Normanni, Spagnoli…

Annunci