Premio Brillante Webloglive!

La carissima Anna Righeblu (per me ormai questo è il suo cognome) mi ha generosamente premiato, insieme ad altri 6 blog “ciascuno di essi, in maniera diversa, brilla per garbo ed originalità nei contenuti, e nella cura dell’aspetto grafico.”

Le regole, come di consueto, prevedono che il vincitore elenchi almeno 7 blog ai quali conferire il titolo e scrivere un post in proposito per parlarne. Andrò un po’ fuori tema, ma sarà sicuramente l’occasione per segnalare altri blog e siti interessanti.

Infatti, visto che il premio è dedicato all’aspetto grafico, consegno il tributo al blog foto-gastronomico (on) glorious food and wine, dove è possibile trovare (qui) questa splendida lista di link a siti fotografici di professionisti e non, appassionati di food styling.

Continua a leggere “Premio Brillante Webloglive!”

Annunci

Bonifacio: roccaforte del vento

Vi sono città predestinate, il cui destino è scritto già nel luogo che occupano.

Così Bonifacio, in Corsica, era già roccaforte e bastione, prima che vi si insiediassero i primi abitanti molti millenni orsono, prima che i greci, i romani e poi i pirati saraceni vi trovassero approdo e rifugio. Prima ancora che fosse terra di conquista dei pisani, dei genovesi, dei turchi, dei francesi…

Da sempre conteso come avamposto strategico nel Mediterraneo, questo borgo a picco sul mare cela un piccolo porto chiuso in un fiordo profondo. E fu proprio la dominazione genovese che iniziò, seppur con fasi alterne, nel IX secolo d.C., a lasciar la traccia più indelebile: un dialetto locale del tutto simile al ligure.

Continua a leggere “Bonifacio: roccaforte del vento”

Riserva dello Zingaro: Tonnarella dell’Uzzo

Vi è un luogo unico in Sicilia, dove la Natura incontaminata offre uno spettacolo senza confronto: la Riserva naturale dello Zingaro.

La Riserva Naturale copre circa 1650 ettari lungo 7 kilometri di costa nella penisola di San Vito lo Capo, sul Golfo di Castellammare, accessibili solo attraverso piccoli sentieri, alti verso l’interno o lungo la costa, dai quali è possibile scendere in meravigliose calette. L’accesso da nord conduce verso Tonnarella dell’Uzzo.

Continua a leggere “Riserva dello Zingaro: Tonnarella dell’Uzzo”

Il fiordo di Furore

Ad un tratto, la strada che separa Sorrento e Amalfi diventa un ponte altissimo che salda i margini di una gola profonda. Da qui, alcuni pescatori calano la lenza perchè qualche decina di metri  più in basso, il mare si fa strada tra le asperità della costiera, creando un meraviglioso ed inaspettato fiordo. 

Benvenuti a Furore, uno dei borghi più belli d’Italia

Continua a leggere “Il fiordo di Furore”

Erice

“Dalla vita sciolse la cintura, ricamata e variopinta,
dov’erano racchiusi tutti gli incanti; vi erano amore, desiderio,
dolci parole e la seduzione che rapisce la mente…”
Omero (Iliade – canto XIV)

La cintura di Venere cadde sulla terra, cingendo un colle, monte San Giuliano, che domina il tratto di costa sud-occidentale della Sicilia: così nasce Erice e la sua storia antica si perde nel mito:

“Venere, dall’alto della sua vetta, l’Erice, lo vide che ancora vagava, e stretto a sé il suo alato figliolo disse: Armi mie e mani mie, figlio, strumento della mia potenza, prendi quelle frecce con cui vinci tutti, o Cupido, e scagliane una veloce nel petto del dio a cui è toccato in sorte l’ultimo dei tre regni …”
Ovidio, Metamorfosi, libro V – 360- 368 )

 

Secondo la leggenda Enea seppellì qui suo padre Anchise, quando, dopo la disfatta, alcuni troiani si insediarono in Sicilia. Successivamente fu terra dei Fenici, Siracusani, Romani, Arabi, Normanni, Spagnoli…

Pienza: la città ideale

Quando Enea Silvio Piccolomini divenne papa Pio II, volle realizzare un sogno: la sua Pienza.

Pienza - dettagli 

Come nei dipinti di Piero della Francesca, il modello di una città costruita secondo geometrie razionali e perfette nascondeva la straordinaria fiducia riposta nella ragione e nell’intelletto umano. Siamo agli inizi del Rinascimento e l’uomo ritrova la chiave della civiltà nella “ragione” ovvero nella ratio, rapporto tra i numeri, nella geometria, in archetipi armonici e perfetti. Proprio come fu per i Pitagorici.

Così da piccolo borgo medioevale, noto come Corsignano, divenne Pienza, città di grandiosi palazzi rinascimentali. Il progetto originale si deve a Bernardo Gambarello detto il Rossellino.

Pienza - il duomo

Continua a leggere “Pienza: la città ideale”

Il Chianti d’Autunno

Volge ormai al termine l’Autunno, stagione crepuscolare, che ci offre colori splendidi ed irripetibili.

Uno spettacolo magnificamente reso dalla campagna toscana del Chianti Classico, dove Uomo e Natura si incontrano in un abbraccio fraterno.  

chianti_autunno 2

Continua a leggere “Il Chianti d’Autunno”