Leonardo Sciascia – L’affaire Moro

Sciascia L., L’affaire Moro, Sellerio, 2009

affaire_moroL’affaire Moro è un testo sorprendente di raro spessore umano e culturale. Un’opera di Leonardo Sciascia, non “letteraria”, ma “di verità”. Una verità purtroppo, controversa e tuttora dibattuta.

Il libro si apre con una dotta ed interessante introduzione: Cita l’“articolo delle lucciole” di Pasolini, che illustra il contesto di quegli ultimi anni ’70. Poi il genio di Borges – e il suo racconto “Pierre Menard autore del “Chisciotte” – che si pone come un’avvertenza di metodo: rileggere i documenti con il senno di poi.

E’ una premessa necessaria, per affrontare un’attenta lettura delle lettere di Moro scritte durante i giorni della prigionia.
Inizia così un’analisi appassionata, che se da un lato ha il rigore di un indagine, dall’altro non prescinde la pietà verso il dramma. E, soprattutto, è un’analisi molto convincente: Sciascia espolora il significato delle parole di Moro, illustra il contesto, legge tra le righe, fa emergere talvolta anche quanto non esplicitamente riferito.

La chiave di lettura è chiara: ogni tentativo di lucida e razionale mediazione proposto da Moro si andava infrangendo contro una ferrea e inflessibile “ragion di Stato” che non accettava alcun compromesso.

Nelle parole di Moro vi è tutta la lucida presa di coscienza del pericolo, la tenera preoccupazione per i propri cari, la rabbia e l’impotenza verso il partito i colleghi e amici, chiusi dietro un muro di gomma. In una lettera si chiederà: “Vi è forse nel tener duro contro di me, una indicazione americana o tedesca?”

E attenzione, è una domanda rivolta al suo partito, non ai brigatisti, una domanda che suona quasi retorica per chi sa come funzionano certi meccanismi. E li può rivelare.

Il libro si conclude con la “Relazione di Minoranza presentata dal deputato Leonardo Sciascia, in qualità di membro della Commissione Parlamentare d’Inchiesta su la strage di Via Fani, il sequestro e l’assassinio di Aldo Moro, la strategia e gli obiettivi perseguiti dai terroristi”.

Qui il tono è investigativo e parte per l’appunto, dalle evidenze raccolte dalla commissione stessa. Molti i punti poco chiari circa l’atteggiamento dello Stato (e si intenda la totalità di personaggi coinvolti, dalle forze dell’ordine ai dirigenti politici) e le modalità con cui si sono svolte le indagini: strane coincidenze, gravi omissioni e ritardi, leggerezze così palesi da destare il sospetto che siano state appositamente volute: “Curiosamente a queste operazioni di parata, corrisponde un contraddittorio segno di preparazione ed efficienza. […] Lo stato non era impreparato se dopo tre giorni, la Questura di Roma era in grado di indicare diciotto brigatisti alcuni dei quali facenti parte del gruppo di Via Fani”.

E ancora tanti altri interrogativi, riposti nella Relazione di Minoranza, che denunciano con spietata precisione che “l’impedimento più forte, la remora più vera, la turbativa più insidiosa sia venuta dalla decisione di non riconoscere nel Moro prigioniero delle Brigate Rosse, il Moro di grande accortezza politica, riflessivo, di ponderati giudizi e scelte”. Una denuncia, un grido di protesta contro un caso, l’affaire Moro, che come magistralmente analizza Flamigni, passa alla storia come un “Sequestro di Verità”.

Annunci

4 Responses to Leonardo Sciascia – L’affaire Moro

  1. Dada ha detto:

    Recensione curatissima, grazie, su un caso delicato. E’ importante continuare a cercare di capire, non dimenticare.

  2. Anna righeblu ha detto:

    Come sempre, recensione curata e coinvolgente…
    Proprio ieri sono stata tentata di acquistarlo, era in bella mostra assieme a tutta una serie edita da Sellerio… poi ho optato per “mille splendidi soli”…
    Il caso Moro è sempre emotivamente toccante e, per chi ha vissuto quel periodo, è importante capire e impossibile dimenticare.

  3. Michelangelo ha detto:

    Grazie! Nascevo in quegli anni, e non ho vissuto il caso. Lo ritengo però uno dei momenti più intensi complessi e contraddittori della nostra storia contemporanea e mi affascina moltissimo.

  4. Malene ha detto:

    Ciao,

    Ho letto la tua critica del libro “L’affaire Moro.”
    Posso usare i tuoi commenti in un rapporto che faccio all’universita di Copenaghen?

    mandami una mail per favore.

    Malene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: