Cascata delle Marmore

“Una valle d’oscure selve e tra le selve un fiume, che per gran sassi rumereggia e cade.”
Virgilio, Eneide

“…ma sul margine, da una parte all’altra, sotto lo scintillante mattino, posa un’iride tra gli infernali gorghi, simile alla Speranza presso un letto di morte, e, inconsunta nelle sue fisse tinte, mentre tutto là attorno è dilaniato dalle acque infuriate, innalza serenamente i suoi fulgidi colori con tutti i loro raggi intatti, e sembra, tra l’orrore della scena, l’Amore che sorveglia la Follia con immutabile aspetto.”
Lord Byron

La cascata delle Marmore nacque nel 270 a.C. per opera dei romani. Fu Manio Curio Dentato, console guerriero di umili origini, a far defluire le acque del velino nel Nera, ottenendo, attraverso un’opera monumentale, sia la bonifica delle terre sannite sia l’aumento della portata del Tevere, tramite il Nera, favorendone la navigabilità.

Il mito ci racconta invece la storia d’amore tra la ninfa Nera ed il pastore Velino. Giunone per gelosia, trasformò la ninfa in un fiume, il Nera. Allora Velino, il pastore, si gettò dalla rupe di Marmore verso la sua amata, dando corso alla cascata che ne perpetua la memoria.

Oggi la cascata delle Marmore è uno dei luoghi naturalistici più suggestivi dell’Appennino, una testimonianza di forza della Natura, poderosa e continua.

14 risposte a Cascata delle Marmore

  1. salsadisapa scrive:

    è un luogo meraviglioso: io l’adoro! non smetterei mai di ascoltare quel rumore così fragoroso ma anche tanto rassicurante… grazie per questi racconti!

  2. PaeseCina scrive:

    Grazie Michelangelo di essermi venuto a trovare sul mio blog, una gentilezza che ho davvero gradito.

    Mi fa piacere di trovare qui, sul tuo spazio, un angolo della mia cara Umbria che con tanta eleganza è stata proposta. Grazie!

    *ps: ma come fai a scattare queste fotografie?
    Io le sento come delle poesie! Queste delle Cascate delle Marmore mi evocano l’Infinito!

  3. Anna righeblu scrive:

    Affascinante… mi ricorda la leggenda della fonte Aretusa di Siracusa

  4. non ho parole per dirti quanto mi ha affascinata e stupita il tuo blog!
    sugegstive le foto, raffinate le ricette, ricercate le tue citazioni letterarie!
    e poi nella categoria viaggi e sapori alla voce della mia regione, l’abruzzo, ho visto s stefano di sessanio… ne sono stata felicissima!
    in pochi, purtroppo, sanno dell’esistenza di questi incantevoli borghi nel cuore dell’abruzzo!
    Non so se sei stato anche a rocca calascio: posti quasi magici… da lasciarci il cuore!
    non mi dilungo oltre, tornerò a trovarti!
    sinceramente, complimenti per il tuo blog!

  5. La foto del mese di settembre già il profumo dell’autunno!

  6. Michelangelo scrive:

    @salsadisapa: è vero, il rumore incessante sovrasta tutto. Poi mi incanta anche la velocità con cui l’acqua scorre…starei a guardarla ore!

    @PaeseCina: l’umbria è una regione bellissima, tutta da scoprire. Mi fa proprio piacere ti piacciano le mie foto! Il senso di infinito forse è legato proprio all’incessante scorrere dell’acqua, un infinito ciclico, quindi, un concetto frequente nelle culture orientali. Giusto?

    @Anna: non la conoscevo…ma l’ho letta sul tuo sito: praticamente la storia è identica!!

    @Essenzadivaniglia: benvenuta e grazie di cuore per le tue parole gentili!
    Parte del mio sangue è abruzzese e conosco bene Santo Stefano di Sessanio e rocca Calascio, dove sono stato più volte. Ma ci sono molti altri borghi però dove non sono ancora stato e che non vedo l’ora di scoprire

    @twostella: sì, era proprio quello l’intento! il tramonto dell’estate…

  7. Massimo scrive:

    Ti ringrazio della visita…
    Passerò a leggere con più calma e soprattutto con più tempo!
    Ciao. Massimo.

  8. astrofiammante scrive:

    è bello conoscere queste leggende…..spesso di amori
    assoluti, legate alla natura che domina i paesaggi, di cui poi, noi possiamo godere nelle sue manifestazioni …..rispettandola. Se passi, ho anch’io qualcosa da farti vedere, ciaoooo!!

  9. campodifragole scrive:

    Bellissime immagini Michelangelo, sembra quasi sentire la forza dell’acqua e l’odore della natura circostante!!

  10. lenny scrive:

    Le foto sono magnifiche e riescono ad esprimere la potenza e l’incessante scorrere di questa forza della natura dalle sembianze di acqua.
    C’è un premio per te da ritirare
    Ciao

  11. Michelangelo scrive:

    @Massimo: benvenuto, torna pure quando vuoi!

    @astrofiammante: è il fascino del mito, che seppur irreale trova conferma nella natura e nei sentimenti dell’uomo

    @campodifragole, lenny: mi fa piacere che le foto rendano tanta potenza…perchè a vederlo dal vivo è proprio impressionante.
    Lenny grazie mille per il premio!

  12. Massimo scrive:

    Che la cascata delle Marmore sia opera di M. C. Dentato, mi è nuova; ho sempre pensato che fosse di origine naturale. E’ proprio vero non si smette mai di imparare.
    Grazie per l’ informazione.
    Ciao. Massimo.

  13. Adrenalina scrive:

    Che posto bellissimo! E le tue fotografie molto suggestive. Sei bravissimo. Gironzolando fra le tue ricette, tutte molto invitanti, mi sa che oggi proverò a fare il coniglio!!

  14. Marty scrive:

    Davvero bella la cascata delle marmore, è uno dei luoghi naturali più suggestivi del centro Italia. Grazie per le bellissime foto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: