Alessandro Baricco – L’Iliade di Omero

Baricco A., L’Iliade di Omero, Feltrinelli 2006

“Oh, se per sempre svanisse l’ira dal cuore degli uomini, lei che è capace di far impazzire anche i più saggi, scivolando nel loro animo con la dolcezza del miele e montando poi come fumo nella loro mente…”

Alessandro Baricco rielabora il famoso testo di Omero, poggiando sulla brillante traduzione di Maria Grazia Ciani e adattando il poema ad una rappresentazione teatrale. Il testo è reso attuale nella forma e snellito, omettendo principalmente i riferimenti alle divinità. Scopriamo così un’opera moderna e accattivante, ancora oggi viva ed attuale.

Riscoprire le tinte epiche ed assolute dell’Iliade di Omero lascia la vaga sensazione che tutto quello che è stato scritto successivamente, sia in qualche modo superfluo. La passione, il coraggio, l’amicizia, l’amore, la rabbia, l’invidia, l’odio, l’orgoglio, l’onore, la compassione…nel celebre poema trovano spazio tutti gli ideali, i valori e le debolezze dell’uomo da millenni immutati, che guidano verso un destino feroce, travolgente, lasciando sul campo vincitori e vinti.

La storia ripercorre gli ultimi giorni della battaglia tra Achei e Troiani, uno scontro durato un decennio, dopo il rapimento di Elena. La battaglia, giocata come una sottile partita a scacchi, esalta le figure dei protagonisti, le loro vicende umane ed un vivido raffronto con la morte.

L’Iliade celebra dunque l’ineluttabilità della guerra, strumento divino per dare corso a quello che è il destino degli uomini. E in questo l’Iliade scopre la sua modernità: oggi, in un epoca in cui la guerra è tuttora riconosciuta come un male da evitare ma a volte necessario, ritroviamo le parole di Achille. Il valoroso guerriero, a tratti riluttante alla guerra, sembra suggerire il tentativo di percorre un’altra via per compiere il proprio destino. Non sarà così e, travolto dall’ira, andrà consapevolmente incontro alla sua fine, rivelando un profondo amore e rispetto per la vita. Un monito, un’eredità ancor oggi incompiuta, verso la pace.

Advertisements

14 risposte a Alessandro Baricco – L’Iliade di Omero

  1. twostella ha detto:

    Meditavo in questi giorni su sentimenti umani quali rabbia, invidia, odio, onore … ovvero trovare irragionevole il comportamento di alcune persone che mosse da tali sentimenti producono dolore ad altri … in fondo l’uomo é uguale a se stesso anche a distanza di tempo …

  2. Anna righeblu ha detto:

    I sentimenti e le debolezze sono alla base di grandi e piccoli conflitti che pesano ogni giorno sulla nostra esistenza…
    Ti ringrazio per questa segnalazione, lo cercherò in libreria.
    A presto

  3. frontespizio ha detto:

    L’Iliade e L’Odissea di Omero sono dei punti di riferimento “unici” nella letteratura e bene ha fatto Baricco. Il conflitto fa parte di noi e opere come queste hanno saputo essere mitologiche e non fantasiose.
    Ciao Michele

  4. annarita ha detto:

    Michelangelo, leggendo la tua recensione mi sono venuti dei brividi…è la pura verità. Sei bravissimo a riassumere in breve il senso ed il significato di un libro fondamentale come l’Iliade. Conosco dell’Iliade la versione scolastica, studiata al ginnasio e riletta successivamente negli anni. Anche se sono un fisico, ho un cuore “classico”…

    Leggerò con piacere la versione di Baricco, che mi incuriosisce molto.

    Non posso fare a meno di quotare la parte finale del tuo post:
    “…travolto dall’ira, andrà consapevolmente incontro alla sua fine, rivelando un profondo amore e rispetto per la vita. Un monito, un’eredità ancor oggi incompiuta, verso la pace”

    Un abbraccio
    annarita

  5. lealidellafarfalla ha detto:

    A me Baricco è molto simpatico, al contrario di quanto ne pensano molti altri dell’elite letteraria

  6. Michelangelo ha detto:

    @twostella: sì, penso anch’io che l’uomo abbia fatto progressi tecnologici, ma resti sempre uguale a se stesso anche dopo millenni.
    Si è parlato anche di questo nel post sul progresso (qui)

    @Anna: un’ottima lettura per l’estate!

    @Michele, Fabrizio: anche per me, a dispetto di una certa elìte, Baricco ha prodotto libri molto interessanti. Ho apprezzato molto “Oceano Mare” e “Castelli di Rabbia”, ricchi di riflessioni profonde ed interessanti. Sinceramente lo trovo un ottimo contributo per la letteratura moderna sempre più stravagante e povera di contenuti.

    @Annarita: sono davvero lusingato per le tue parole. Grazie di cuore!! Anche per me questa riduzione è stata una piacevole (ri)scoperta. Mi auguro simili contributi coinvolgano anche altri classici, restituendoceli vivi ed attuali.

  7. Rudy ha detto:

    Ciao, mi chiamo Rudy e seguo un progetto che si chiama Blogolandia (http://blogolandia.it).
    Ho letto il tuo blog e lo trovo interessante così ho pensato di contattarti.
    Vorrei farti una proposta riguardo un urban blog; se hai voglia scrivimi a questo indirizzo: rudy.bandiera@blogolandia.it
    Chiedo scusa a tutti di essere off topic e per essermi intromesso nei commenti, ma non ho trovato nessun indirizzo mail.

  8. aguamala ha detto:

    Ho il libro sul comodino. letto qualche mese fa.
    inizialmente ero un pò restia…ma amando Baricco, le perplessità son sfumate veloci. Ho trovato interessante questa rilettura. la personale visione di ognuno sugli eventi.

    Achille: “E’ a casa che voglio andare, è lì che voglio tornare, a godere in pace di ciò che è mio, con una donna al fianco, una sposa. Per quanto immense, tutte le ricchezze che Troia nasconde dietro le sue mura non valgono quel che vale la vita. Si possono rubare buoi, e grasse pecore, ci si può riempire di cavalli e tripodi preziosi, comprandoli con l’oro: ma la vita non puoi rapirla, non puoi comprarla. Ti esce dalla gola, e non torna più indietro.”

    Credo che in questa frase sia racchiuso tutto ciò che l’uomo pur sapendo, non comprenderà mai fino in fondo.

    ciao

  9. Michelangelo ha detto:

    @Aguamala: grazie per l’intervento e per l’ottima citazione. Achille è, nella sua imperfezione l’eroe più umano dell’Iliade, seppur sia quello celebrato come un semi-dio.

  10. astrofiammante ha detto:

    Barrico proprio l’anno scorso ha proposto un suo modo di raccontare “il flauto magico” costruendo una favola dentro la favola, che ha fatto accapponare i conservatori e ha attirato invece l’entusiamo e l’attenzione di chi si avvicina all’opera senza per forza essere del mestiere o un appassionato e se anche in questo libro riesce ad attirare quella fetta di persone che vogliono conoscere ma essere guidate nella lettura…..bè è una bella opportunità.
    Ciaooo!!
    P.S. questo è l’indirizzo per curiosare sul “Flauto magico” menzionato:
    http://montgolfier.blog.lastampa.it/montgolfier/2006/12/il_flauto_magic.html

  11. Giovanna ha detto:

    Be’, io non faccio parte di una elìte però Baricco non mi piace. Mi dà sempre l’impressione di voler essere “carino” e un po’ ruffiano. In ogni caso, se operazioni come questa possono servire ad avvicinare ai classici chi si sente intimidito da essi, ben vengano.
    E’ vero: in Omero c’è tutto quanto è umano. Sotto quest’aspetto, credo che l’unico scrittore altrettanto universale sia il mio amatissimo Dostoevskij.
    Buona settimana!

  12. Michelangelo ha detto:

    Giovanna, Baricco effettivamente ha un che di ‘commercialmente’ accattivante. Questo sicuramente gli torna utile, ma al di là delle capacità di marketing ho spesso ritrovato nei sui libri passaggi di buon spessore. Ovviamente, dopo tutto, è anche una questione di gusti.

    Sono d’accordo sul parallelo tra Omero e Dostoevskij anche se solo in Omero ritroviamo il “mito” come strumento di conoscenza.

  13. alfonsina ha detto:

    sono bellissime tutte queste citazioni fatte da voI complimenti sopratutto a michelangelo .
    ma ora vi faccio un a domanda mi potete fare una recensione sul libro???? non riesco la devo portare per domani kiss a tutti

  14. […] amore e rispetto per la vita. Un monito, un’eredità ancor oggi incompiuta, verso la pace. (da Michelangelo’s place) L’Iliade di Alessandro Baricco è un’Iliade semplice. Tutto qui. C’è stata […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: