Michel Benoît – Il Tredicesimo Apostolo

Benoit M., Il Tredicesimo Apostolo, Piemme, 2007 

il-tredicesimo-apostolo.jpg

Chi era il tredicesimo apostolo? Perchè il suo nome è stato cancellato?
Un documento segreto, gelosamente custodito dalla Chiesa, mina le fondamenta della Fede…

Un romanzo trascinante, una sorpresa al di sopra di ogni aspettativa, “il Tredicesimo apostolo” di Michel Benoit si rivela un ottimo thriller, da leggere tutto d’un fiato.

I ritmi sono quelli della narrativa americana, la storia è lineare ed incalzante, mentre l’accuratezza è tutta europea, sia nei particolari perfettamente delineati, sia nell’attendibilità storica dei documenti. Al punto che, a scanso di equivoci, l’autore riporta in un’apprezzabilissima appendice, tutte le informazioni storiche autentiche precisando ciò che è vero e ciò che una costruzione narrativa.

La narrazione si sviluppa su due piani: i fatti che avvennero nei giorni e negli anni successivi alla morte di Gesù e la vicenda di padre Nil, che, ai giorni nostri, si spinge in pericolose ricerche sul tredicesimo apostolo, facendo vacillare i saldi equilibri delle principali religioni monoteiste…

Annunci

20 pensieri riguardo “Michel Benoît – Il Tredicesimo Apostolo

  1. Lo inserisco nella lista natalizia (anche se, con grande dispiacere, riesco a leggere pochissimo ultimamente)… spero non sia similcodicedavinci, che ho letto e apprezzato ma che, come genere, mi ha un po’ stancata…
    A presto!

  2. Un consiglio particolare. Non prediligo la narrativa americana contemporanea ma questo connubio tra europa e america potrebbe essere interessante.
    Grazie. Luisa

  3. Anna, da quel punto di vista è una sorpresa: pur rientrando nel filone storico-religioso, è molto meno fantasioso e storicamente rigoroso rispetto ai voli pindarici del Codice da Vinci. Niente sensazionalismo, ma ipotesi storiche avvincenti.

  4. L’ho letto e l’ho trovato spettacolare! Ve lo consiglio con tutto il cuore. Nonostante il ritmo piuttosto lento delle prime pagine, il romanzo ha la capacità di trascinarti in un vortice appassionante. Al contrario di cio che potrebbe far pensare, non ha niente a che vedere con il codice da vinci.

    saluti

    Chen

  5. L’ho letto, è molto bello e intrigante; con il codice da vinci (ho letto anche quello) c’entra in quanto si parla di chiesa…ma oltre questo in nessun altro modo possono essere messi a confronto!

    Alessandro

  6. lo sto leggendo. interessante la figura dell’attuale pontefice, assolutamente riconoscibile laddove, ad esempio, l’autore si sofferma sul passato nazista di emil riedinger…

  7. Ho letto “Il tredicesimo apostolo” quest’anno in vacanza: ha un ottimo intreccio e un bel protagonista (ci si affeziona a padre Nil), inoltre, cosa veramente apprezzabile, è basato su ricerche di filologia biblica di considerevole spessore, tutt’altro che la paccottiglia pseudoculturale di Dan Brown.
    Unico difetto: la traduzione mi è sembrata un po’approssimativa perchè in alcuni punti il testo era poco curato nella sintassi.

  8. @Chiara: concordo, lo spessore culturale dei romanzi di Dan Brown è piuttosto sottile ed approssimativo. Non ho sofferto particolarmente la traduzione, anche se ho notato anch’io qualche defaillance in alcuni passaggi.

  9. Anche a me è piaciuto molto “Il tredicesimo apostolo”. Sul genere raccomando a tutti “I numeri della sabbia” di Roger R. Talbot, sicuramente tra i cinque migliori thriller che io abbia mai letto.

  10. @Giovanni: ti ringrazio per la segnalazione. Si tratta comunque di un altro romanzo dove l’intervista al presunto professore altro non è che un’invenzione pubblicitaria (come specificato in nota nello stesso sito).

  11. bellissimo.sono ancora a meta libro,vorrei non finisse mai,il personaggio di calfo e di quanto ci sia ancora di malefico nella chiesa.usata come potere personale.se si cercano i riferimenti su internet a cio che si legge davver si potrebbe mettere in discussione la divinita di gesu.meglio fermarci alla fantasia romanzata. bello bellissimo

  12. Quando un romanzo lo si legge CENTELLINANDOLO per non terminarlo troppo presto, significa che l’autore ha fatto veramente centro e questo è Michel Benoit.Congratulazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...