Italo Calvino: omaggio a Fellini

fellini.jpg

“Ma ciò che il cinema dà adesso non è più la distanza: è il senso irreversibile che tutto ci è vicino ci è stretto, ci è addosso”.

Nel 1974 Italo Calvino scrive la prefazione al libro Quattro Film di Federico Fellini. E’ il noto regista che lo incoraggia a scrivere l’Autobiografia di uno spettatore e Calvino racconta la sua esperienza ed il suo rapporto con il cinema, che poi è quello di molti, che nel cinema hanno materializzato sogni, speranze, fantasie, luoghi lontani ed irraggiungibili, ma anche il ritratto della società, del quotidiano, il proprio ritratto, in cui ciascuno ha ritrovato un po’ di se stesso.

“E’ questa la magia del cinema di Fellini, dove “è il fuori che invade lo schermo, il buio della sala che si rovescia nel cono di luce. […] il film di Fellini è cinema rovesciato, macchina da proiezione che ingoia la platea e macchia da presa che volta le spalle al set”.

“il cinema della distanza che aveva nutrito la nostra giovinezza è capovolto definitivamente nel cinema della vicinanza assoluta. […] Il film di cui ci illudevamo d’essere solo spettatori è la storia della nostra vita”.

 

Oggi il brano è pubblicato in una raccolta di cinque prose dal titolo “La strada di San Giovanni”, dal nome del primo racconto autobiografico.

Calvino I., La strada di San Giovanni, Mondadori, 2000

calvinosangiovanni.jpg

6 risposte a Italo Calvino: omaggio a Fellini

  1. frontespizio scrive:

    In effetti gran parte dei film di Fellini hanno questa “intrusione” che scopri non subito ma rivedendo più volte le sue opere.E, Calvino, dice bene sulla sua vicinanza.
    Michele

  2. luisa scrive:

    Interessante questa lettura di Fellini. L’idea dello spettatore di Calvino mi intriga. Perchè subito il libro negli oscar. Grazie per l’input

  3. Michelangelo scrive:

    Questa inaspettata prosa di Calvino apre nuove letture del cinema felliniano, che ho sempre trovato difficile da comprendere.

  4. annarita scrive:

    Grazie, Michelangelo, per la sottile lettura riguardo alla relazione Fellini-Calvino, comunicazione filmica complessa-arte dello scrivere non facile!

    Il cinema della distanza-il cinema della vicinanza assoluta: bello!

  5. Michelangelo scrive:

    Grazie a te, Annarita, per l’apprezzamento.
    La contrapposizione che sintetizzi, rivelata da Calvino è una chiave di lettura universale e, ancora oggi, attuale.

  6. caravaggio scrive:

    sicuramente da comprare buon inizio di settimana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: