Massimo Pietroselli – La porta sulle Tenebre

Pietroselli M., La porta sulle tenebre, Mondadori, 2007

porta_tenebre.jpg

Roma, 1875. Città umbertina, romanticamente decadente, in bilico tra un passato lontano ed un futuro tutto da scoprire. E’ la Roma con due anime: quella dei bassifondi, dei bulli e quella dei salotti bene, dei borghesi. Un inusuale scorcio su una Roma che, a modo suo, sta maturando nuovi equilibri di potere.

La porta sulle Tenebre di Massimo Pietroselli, è un giallo noir di stile. Sofisticato e ricco di sottili arabeschi, il romanzo sviluppa una trama complessa e accattivante, tra delinquenti di strada, potenti confraternite e finanzieri corrotti.

Due ispettori di Pubblica Sicurezza, Onorato Quadraccia, romano, cupo e silenzioso e Corrado Archibugi, torinese, giovane e brillante, indagano tre vicende che si consumano in un breve arco di tempo: l’omicidio dell’editore Sonzogno, una mendicante gettata nel Tevere ed un giovane ucciso ed abbandonato in campagnia. Quest’ultimo omicidio, ha una particolarità: pare che sul corpo vi sia incisa una doppia W. Contestualmente un seguito romanzo a puntate racconta eventi analoghi e l’autore sparisce. I giornali non parlano d’altro.

Di cosa si tratta? Una macabra trovata pubblicitaria? Un folle criminale che trae ispirazione dal romanzo?

Tirando i fili di questa complessa matassa, lo “gnommero”, come dice Quadraccia, emerge un groviglio di nodi difficili da districare: dal singolare Mr. Barrington perseguitato da un passato oscuro, alla misteriosa Compagnia della Morte Desolata; dall’intraprendente scrittore Tremolaterra ad insospettati giochi di potere, che serpeggiano scaltri, mentre Roma muove i primi passi come Capitale di Italia…

7 risposte a Massimo Pietroselli – La porta sulle Tenebre

  1. frontespizio scrive:

    Le tue proposte sono provocatorie e quindi interessanti. Poi queto periodo poco noto della Roma va conosciuto nella nostra libreria.
    Grazie. Michele

  2. luisa scrive:

    Un noir strano… con tutte le caratteristiche per essere curioso. Un modo anche per conoscere la città “eterna” dove crimini e misfatti non sono rari.
    Luisa

  3. caravaggio scrive:

    molto interessante buon inizio di settimana

  4. Michelangelo scrive:

    Grazie a tutti per l’interesse mostrato!

    In effetti è un noir strano, sui generis, che offre un nuovo scorcio su una Roma che non finisce mai di rivelare sorprese.

  5. Grazie a Michelangelo per la recensione e ai blogger per l’interesse!
    Aggiungo solo che questo romanzo è il secondo ambientato a Roma nell’Ottocento: il primo, “Il palazzo del diavolo”, è uscito nel Giallo Mondadori.

  6. Eulalia scrive:

    Ottimo spunto…
    🙂

  7. Michelangelo scrive:

    …Eulalia, aspetto con curiosità!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: