Italo Calvino – Il castello dei destini incrociati

Calvino I., Il castello dei destini incrociati, Mondadori 

calvino2.jpg

A chi non è mai capitato di giocare a carte? A chi, magari qualche volta, non è capitato di soffermarsi ad osservare un po’ di più quelle figure senza tempo, lontane ed allo stesso tempo familiari?

Nel Castello dei destini incrociati, Italo Calvino immagina un luogo ideale dove ospiti ammutoliti, incapaci di comunicare, tracciano le loro storie utilizzando i tarocchi. Ciascuno compone una fila di carte, riprodotte a margine del testo, così il lettore insieme all’autore si sforza di interpretare la storia del muto avventore. Incontrerà così “la storia dell’ingrato punito“, quella dell'”alchimista che vendette l’anima” o del “guerriero sopravvissuto“.

Poco a poco tante storie si intrecciano come fili nella trama di un tessuto.

Il libro oscilla tra il gioco e l’esercizio di fantasia, lasciandosi guidare dal potere evocativo delle imagini e al contempo riconducendo le immagini alle storie che si desidera raccontare. Ancora una volta Italo Calvino, riesce a sorprendere con l’originalità e la creatività che lo contraddistinguono.

Advertisements

6 risposte a Italo Calvino – Il castello dei destini incrociati

  1. michele ha detto:

    Gran bella scelta Michelangelo.
    Calvino, per me, resta l’autore italiano e non solo, “visionario” per eccellenza. Leggendo anche questo suo libro ho scoperto la sua leggiadrìa, la sua semplicità a scrivere opere senza tempo.
    Michele

  2. luisa ha detto:

    In questo racconto ho scoperto la capacità di Calvino di essere poliedrico e leggero. Inoltre la rapidità con la quale riesce a incontrare i suoi personaggi – e noi lettori – è immediata.
    Luisa

  3. Michelangelo ha detto:

    Le storie sono parabole fiabesche senza tempo. Ma i sogni, le speranze, le fortune e le sventure dei loro personaggi le rendono vere.
    Michelangelo

  4. filippo ha detto:

    Questo libro non l’ho ancora letto, di Calvino ho letto soltanto “Se una notte d’inverno un viaggiatore” e me ne sono letteralmente innamorato.
    Il tuo modo di recensire testi è diretto, riesci sempre ad affascinare, dunque lo leggerò al più presto!
    Grazie
    Filippo

  5. Michelangelo ha detto:

    Caro Filippo, ti ringrazio per le gentili parole.
    Sicuramente apprezzerai anche il fascino medioevale e misterioso del “castello dei destini incrociati” seppur la caratura del libro sia inferiore rispetto al capolavoro che hai già letto.
    Aspettiamo i tuoi commenti!
    Un saluto e a presto.

  6. Anonimo ha detto:

    fa cagare questo libro, non si capisce un cazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: