Andrea Camilleri – Le pecore e il pastore

Camilleri A., Le pecore e il pastore, Sellerio, 2006 

pecorepastore.jpg

Un fatto di cronaca drammatico e sconvolgente: dieci giovani monache di clausura si lasciano morire, offrono la propria vita in un sacrificio estremo, affinchè si salvi il vescovo di Agrigento, in fin di vita dopo un tentato omicidio. Il miracolo si compie.

Non siamo nel lontano medioevo, ma nella Sicilia di circa cinquanta anni fa.

Con la lucidità che si deve ad un indagine, Camilleri ripercorre i luoghi, delinea i personaggi, descrive il fatto.

Il sacrificio di dieci vite per una. Ci si interroga sul valore della vita, ma non solo. Si scopre una realtà insolita, incomprensibile. Apparentemente lontana, affiora una realtà pervasa dal misticismo e da una religiosità smodata.

Tornano alla mente le parole di padre Guglielmo da Baskerville, del celebre romanzo Il nome della rosa: “E’ molto sottile il confine che separa la tensione mistica dalla follia“. E ci si domanda, ancora una volta, se tutto questo può essere vero.

Advertisements

7 risposte a Andrea Camilleri – Le pecore e il pastore

  1. michele ha detto:

    Devo dire che Camilleri l’ho apprezzato molto in questi racconti o storie di vita, rispetto a Montalbano. Devo dirti che il birraio di preston mi ha impressionato notevolmente.
    Michele

  2. Michelangelo ha detto:

    Anche io prediligo i racconti al di fuori della saga di Montalbano. Ho scoperto Camilleri proprio con questo romanzo “Le pecore e il pastore”.

  3. luisa ha detto:

    Sono d’accordo con voi. I racconti di cammilleri, hanno una dimensione umana e sociale di grande effetto.
    La scrittura è incisiva e non manca di quell’ironia che alle volte mi ricorda Sciascia.
    Luisa

  4. Eulalia ha detto:

    MI incuriosisce la dinamica degli eventi…

  5. Michelangelo ha detto:

    Non avrei mai azzardato un parallelo con Sciascia, ma, devo dire, l’ho sempre pensato!

  6. Anna ha detto:

    Mi piace Camilleri, ho letto diversi suoi libri e, pur avendoli apprezzati tutti, anch’io preferisco quelli extra-Montalbano. Ho trovato molto interessante, a differenza di altri lettori, questo giallo storico de “Le pecore e il pastore”. Se vuoi continuare con la lettura di Camilleri: il “birraio di Preston” è godibilissimo, inoltre a me sono piaciuti molto anche “La mossa del cavallo”, “La concessione del telefono”, “La scomparsa di Patò” ecc.
    Buona lettura!
    ps: sono arrivata passando da viaggi-sapori-e-io. Anch’io ho la passione dei piccoli borghi, quando posso muovermi! Tornerò a leggerti, ho visto diverse categorie interessanti!

  7. Michelangelo ha detto:

    Benvenuta Anna, mi fa piacere conoscere anche te, amante dei libri e di un sano turismo (eventualmente enogastronomico).

    Grazie molto per i tuoi suggerimenti!

    “Il birraio di Preston” è in cima alla lista dei libri leggerò prossimamente.
    A breve potremo dunque parlarne insieme.
    A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: