Paul Valéry, poeta matematico

 “Spero che le mie poesie abbiano la solidità di alcune pagine di algebra”
Paul Valéry

Matematica e Poesia, due mondi agli antipodi ma intimamente legati dalla comune necessità di perseguire valori e principi assoluti. Entrambi sono animati da un grande sforzo di astrazione, per rappresentare e comprendere l’uomo e il mondo, superando i limiti del finito.

L’opera di Paul Valéry, famoso poeta, ma anche filosofo e matematico, si snoda attraverso articolate e profonde riflessioni circa molteplici temi di carattere filosofico, sviluppando un pensiero articolato e complesso.

Nei suoi “Cahiers”, Valery sottolineò che la matematica “insegna l’accanimento contro le conseguenze, e il rigore nel seguire la via che abbiamo arbitrariamente scelto”, estendendo l’aspetto metodologico ad una sfera etica e filosofica. Anche in queste parole, traspare il desiderio di “solidità”, perfetta ed immutabile che Valéry riconosceva nelle verità matematiche. 

Ma il rapporto più diretto tra Matatematica è Poesia è da ricercarsi nell’estetica: una bellezza particolare che, in modi diversi affascina e conquista. Come nella poesia ritroviamo la musicalità e il potere evocativo delle parole, così in una dimostrazione ritroviamo ritmo ed eleganza, tanto più semplici e sintetici risultano i suoi passaggi.

E per apprezzare tale concetto, notevole è la dimostrazione per induzione (non una dimostrazione rigorosa, dunque) della seguente affermazione: “la somma dei primi n numeri dispari è pari al quadrato di n”.

Sapreste ricavare i pochi semplici passaggi di tale ragionamento? 

About these ads

7 risposte a Paul Valéry, poeta matematico

  1. the Tramp scrive:

    Ciao, grazie per essere passato da me.Complimenti per il blog, ho fatto un giro ed è davvero interessante.A me piace molto la buona cucina, la poesia e la lettura, per non parlare del vino, perciò da oggi hai un lettore in più. Scambio link? Fammi sapere, a presto.

  2. comoinpoesia scrive:

    Astrazione e concretezza sublimate in versi, sul filo teso di una sfaccettata e pluriforme ricerca estetica…
    E’ una bellissima riflessione quella di Paul Valery – non la conoscevo. Grazie, per averla proposta

    Luciana – comoinpoesia.com

  3. pgrandicelli scrive:

    caspita io non posso farcela ma secondo me a casa di quello che non ho : http://quellochenonho.splinder.com/post/20059355/CAPITOLO+TREDICESIMO una risposta la troviamo… :)

  4. [...] 31 maggio 2010 di Elisabetta Paul Valéry, poeta matematico [...]

  5. Nadir Zanchetta scrive:

    Contesto vivacemente l’affermazione “notevole è la dimostrazione per induzione (non una dimostrazione rigorosa, dunque) della seguente affermazione: “la somma dei primi n numeri dispari è pari al quadrato di n”. Chiunque abbia studiato logica matematica (o “formale” che dir si voglia) sa bene che le dimostrazioni per induzione sono incontestabilmente le più rigorose, raccomandate, non a caso, dalla scuola “intuizionista”, la quale nega il principio del “tertium non datur” escludendo quindi quelle “per assurdo”. NB: la induzione matematica NON VA CONFUSA con l’induzione scientifica (quest’ultima è essenzialmente fondata sul calcolo delle probabilità – teoremi di Bayes e loro conseguenze.

  6. Nadir Zanchetta scrive:

    Contesto vivacemente l’affermazione «notevole è la dimostrazione per induzione (non una dimostrazione rigorosa, dunque) della seguente affermazione: “la somma dei primi n numeri dispari è pari al quadrato di n».
    Chiunque abbia studiato logica matematica (o “formale” che dir si voglia) sa bene che le dimostrazioni per induzione sono incontestabilmente le più rigorose, raccomandate, non a caso, dalla scuola “intuizionista”, la quale giunge financo a negare il principio del “tertium non datur” escludendo quindi quelle “per assurdo”.
    NB: la induzione matematica NON VA CONFUSA con l’induzione scientifica (essenzialmente fondata sul calcolo delle probabilità – teoremi di Bayes e loro conseguenze, vedi de Finetti).

  7. Markus scrive:

    I am extremely impressed with your writing skills and also with the layout on your blog.
    Is this a paid theme or did you customize it yourself?
    Either way keep up the nice quality writing, it is rare to see a great blog like this one today.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: